Cerimonia a Roma, in via Ferdinando di Savoia 1, il 20 febbraio dalle 10 alle 11 in memoria dei professionisti che hanno perso la vita per il Covid: presenti i Presidenti di Senato e Camera e il Ministro della Salute

Doveri del medico sono la tutela della vita, della salute psico-fisica, il trattamento del dolore e il sollievo della sofferenza, nel rispetto della libertà e della dignità della persona”.

È l’incipit dell’articolo 3 del Codice di Deontologia medica ad essere inciso sulla targa in memoria dei 325 medici e odontoiatri caduti per il Covid, affissa presso la sede della Federazione nazionale degli Ordini dei Medici (Fnomceo), in Via Ferdinando di Savoia 1 a Roma.

Leggi tutto

torna all'inizio del contenuto