Numerosi medici hanno ricevuto in questi giorni una lettera da parte di un sedicente "Registro Italiano dei Medici" che chiede di fornire i propri dati per una pubblicazione su internet. L'iniziativa sembra promossa da una società privata portoghese, è sottoscritta da un sedicente "responsabile del settore medico", del quale si ignora il nominativo e, nelle condizioni contrattuali, prevede il pagamento di una somma di denaro non indifferente per tale pubblicazione.

L'Ordine suggerisce ai propri iscritti che hanno ricevuto questa lettera di non aderire alla proposta in quanto l'unica iscrizione legalmente valida in Italia, e peraltro obbligatoria, è l'iscrizione all'Ordine professionale. Questo "Registro italiano dei Medici" è assolutamente sconosciuto e non può vantare nessun titolo legale per la pubblicazione di elenchi di professionisti. La FNOMCeO ha segnalato il caso all'Autorità Giudiziaria per gli accertamenti del caso. (fonte: Toscana Medica News)